mercoledì 11 ottobre 2017

CAROSELLO PELOSELLO

La scorsa estate ho dedicato alcuni post e molte foto a questa nuova varietà di carosello. Questo nuovo post vuole essere un riassunto di quanto scoperto finora sul Carosello Pelosello e ovviamente le foto non sono inedite.
Ho dato io il nome Pelosello a questa varietà di carosello che è un ibrido nato da una varietà sconosciuta e dalla Carusella Pilusella, coltivata nella parte più settentrionale della Puglia, a San Paolo Civitate, Torremaggiore e paesi limitrofi, in provincia di Foggia.
Come si può vedere dalle prime due foto, la Pilusella è caratterizzata da un epicarpo verde con macchie di verde più scuro a partire dalla parte superiore del frutto. Le macchie di verde più scuro si estendono su tutta la superficie del frutto man mano che la maturazione va avanti.
(1) Carusella Pilusella
(2) Carusella Pilusella 

Quello che io ho denominato Pelosello presenta la stessa buccia pelosa (da qui il nome per entrambe le varietà, ovviamente), ma il colore verde scuro è limitato alla parte superiore del frutto mentre il resto è di colore verde uniforme.
(3) Carosello Pelosello
(4) Carosello Pelosello
(5) Carosello Pelosello - sezione
(6) Caroselli Pelosello

Come quasi tutte le varietà di carosello, anche questo ibrido è caratterizzato da un accentuato polimorfismo. A volte i frutti di carosello assumono forme veramente strane.
(7) Carosello Pelosello

Oltre a una polpa croccante e secca, purtroppo questo ibrido ha sviluppato una caratteristica sconosciuta a tutte le altre varietà di carosello: il sapore molto amaro. L'amarezza scompare quasi del tutto se si eliminano sia la placenta che i semi mentre resta localizzato alle estremità, soprattutto quella inferiore, se raccolto intorno ai 150 grammi. D'altronde anche il frutto della Pilusella se non raccolto alla giusta maturazione rilascia un retrogusto amaro al palato (vedi qui).



THE CAROSELLO PELOSELLO

Last summer I dedicated some posts to this new carosello variety. This new post will be a summary of what I've found out about the Carosello Pelosello so far (pics 3 to 6). Pictures aren't unpublished, but they are the same as last summer's posts.

I gave the name of Pelosello to this variety which is a crossing between an unknown variety and the Carusella Pilusella

The Carusella Pilusella is cultivated in the northest part of Puglia and more precisely in some small towns like San Paolo Civitate, Torremaggiore and other neighbouring areas, in the Foggia district.

As you can notice on pictures 1 and 2, the Pilusella has got green skin with darker green splotches starting from the top part of the fruit. The darker green splotches spread all over it as ripeness goes on.

Both the Pelosello and Pilusella has got the same fuzzy skin (hence their names), but in the case of Pelosello, fuzz is limited to the top part of the fruit. The rest of it is regular green. 

Like almost all varieties of carosello, this hybrid is typified by an overemphasized polymorphism. Fruits sometimes take the funniest shapes (pic 7).

Besides a crunchy and dry pulp, unfortunately a very bitter taste is part of the character of this hybrid. Bitterness disappears almost completely if you remove both the placenta and seeds; if picked when it weighs around 150 grams, bitterness is restricted to the ends (mainly the inferior one). More or less the same thing happens with the Pilusella: when it isn't harvested at the right stage of ripeness, it gives a bitter aftertaste (see here).